Contenuto principale

Messaggio di avviso

 

 

 

L’IISS Licei “Canudo-Marone” ITI “Galilei” e l’Associazione Italiana di Cultura Classica

 

Il nostro Istituto è socio sostenitore, insieme ad altri cinque licei della provincia di Bari, della Associazione Italiana di Cultura Classica, Delegazione di Bari.

L’Associazione, fondata alla fine dell’Ottocento a Firenze, ha lo scopo di sostenere iniziative culturali finalizzate alla diffusione e alla fruizione della cultura del mondo antico, greco e romano.

Consapevole, infatti, del proficuo valore formativo che ha il dialogo e il confronto fra la cultura del mondo classico e quella contemporanea, intende sostenere attraverso i suoi membri- istituzioni scolastiche, studenti e docenti- i momenti di studio e di approfondimento della cultura e della lingua del mondo antico, ravvisando in esse i principi fondanti della lingue e delle culture dell’Europa moderna e, più in generale, di molti aspetti della cultura contemporanea.

   

invito Notte del Liceo Classico 2020

 

  

Un evento unico, nato da un’idea del prof. Schembra del Liceo “Gulli e Pennisi” di Acirelae (CT), la Notte Nazionale del Liceo Classico è giunto quest’anno alla sua VI edizione.

In contemporanea nazionale dalle 18:00 alle 24:00 di venerdì 17 gennaio 2020, più di 400 Licei Classici italiani, fra cui il nostro, apriranno le loro porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiranno in svariate performances: maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori e molto altro ancora. Il tutto finalizzato a rinnovare la consapevolezza della centralità della conoscenza del mondo antico per affrontare le sfide culturali che il nostro presente ci impone.

 

 

programma Notte Liceo Classico VI edizione 

 

 locandina debate day           

 

Il Debate è disciplina curriculare nelle scuole anglosassoni, che presso di noi si sta diffondendo come metodologia educativa e didattica. Tale metodo, infatti, favorisce l’apprendimento cooperativo, la peer education, lo sviluppo di fondamentali abilità trasversali e consente agli studenti la conoscenza e l’approfondimento di tematiche di grande attualità che rischierebbero altrimenti di rimanere estranee alla pratica didattica curriculare. Esso permette soprattutto lo sviluppo delle abilità di ascolto e comprensione della esposizione del punto di vista altrui, oltre che di concentrazione e rielaborazione delle conoscenze apprese, favorendo l’educazione al rispetto della diversità dei pareri e delle convinzioni, finalizzato alla costruzione di una comunità fondata su principi democratici.

Il modello del World School Debate che il nostro Istituto pratica, avendo aderito alla Rete Nazionale We Debate insieme ad appena sette scuole della Puglia, comporta una gara tra due squadre composte di tre studenti ciascuna. Esse si avvicendano nella esposizione di posizioni contrapposte su tematiche (o mozioni) di carattere controverso, afferenti a tematiche legate alle discipline curriculari o a temi di interesse politico, etico o morale.

I componenti delle due squadre si sfidano con otto discorsi (quattro per ognuna delle squadre), con l’intento di persuadere una giuria della fondatezza del proprio punto di vista. La validità di questo metodo consiste nella necessità che la persuasione avvenga per mezzo di una argomentazione strutturata e rigorosa, senza la quale il confronto assomiglierebbe alla conversazione o, peggio, alla lite.

Il nostro Istituto, oltre a promuovere la formazione di studenti e docenti nei corsi organizzati dalla Rete Nazionale WeDebate, ha attivato un corso di formazione di base interno e ha recentemente partecipato al Debate Day, gara amichevole di Debate tra le scuole della regione Puglia, ottenendo ottimi riscontri.

foto Catella

foto Miccolis

foto gruppo al Sette

foto gruppo

foto alunnofoto alunnafoto Miccolis 2